No. Pubblicare la foto dei bambini annegati su Facebook non vi assolve

Settembre 2015. Il piccolo Aylan Kurdi, tre anni, viene ritrovato morto sulla spiaggia di Bodrum, in Turchia. La foto del suo corpicino, maglietta rossa e pantaloncini blu, fa il giro del mondo attraverso i social e i quotidiani. Doveva servire per scuotere le coscienze, bisognava pubblicarla “per dare un messaggio sull’emergenza migranti” all’Europa, una “foto-simbolo”. […]

Pandora, il sessismo e il politicamente corretto a tutti i costi che ci ha frantumato le palle

Vogliamo dirlo che il politicamente corretto a tutti i costi ha frantumato le palle? In questi giorni sui social ad essere presa di mira è Pandora, l’azienda danese di produzione e distribuzione gioielleria che -come tutti i brand- ha lanciato la propria campagna pubblicitaria in vista delle prossime festività natalizie. In una stazione della metropolitana […]

“Dolcetto o Terremoto?” Il social media epic fail del ristorante vegano

Questa locandina di un ristorante vegano di Brindisi,  da qualche ora sta scatenando sulla pagina Facebook del locale tanta indignazione. Il messaggio dell’azienda (piuttosto criptico direi) -spiegano tra i commenti i gestori- era quello di devolvere il ricavato della cena di Halloween del 31 ottobre in dolcetti ai bambini delle Marche. Iniziativa lodevole ma comunicata […]

#RIPRobinWilliams. Quando Facebook diventa Necrobook

Ogni volta che muore un Vip Facebook si trasforma in Necrobook. Pianti virtuali, frasi ad effetto, gente che scopre dell’esistenza di quella persona solo nel momento della sua dipartita da questa terra e ne piange la morte manco fosse un fratello o una sorella. Per non parlare poi della frase predefinita: “…adesso insegna agli angeli […]

Ma “Svegliatevi” de che?

Posso scriverlo? Lo scrivo.Magari mi prenderò le antipatie di qualcuno, ma me ne farò una ragione. In questi giorni gira sulle bacheche facebook una sorta di “status copia/incolla” che serve a fare il passaparola sul social network. Questo “status” recita pressapoco così: UNA MAMMA PIANGE IL SUO BAMBINO, MESSINA É IN GINOCCHIO, MA NESSUNO SE […]