Il giorno che i morti persero la strada di casa – di Andrea Camilleri

Fino al 1943, nella nottata che passava tra il primo e il due di novembre, ogni casa siciliana dove c’era un picciliddro si popolava di morti a lui familiari. Non fantasmi col linzòlo bianco e con lo scrùscio di catene, si badi bene, non quelli che fanno spavento, ma tali e quali si vedevano nelle […]

#Borsellino. Non può finire, Non può sparire, Non può morire…così

Questo è un post scritto per nottecriminale.it nel 2011. Oggi, a 25 anni dalla strage di Via D’Amelio, non è ancora cambiato nulla.  Oggi è il giorno della memoria. L’ennesimo di questa Italia malata che troppi, per curarla, hanno pagato con la vita. Oggi, si ricorda la morte di Paolo Borsellino, il Magistrato ucciso dalla mafia, il 19 […]

«Sei andato a scuola, sai contare? Allora forza. Conta e cammina.»

È il 9 maggio 1978 quando lungo la linea ferroviaria Trapani-Palermo un’esplosione uccide Peppino Impastato. Nato a Cinisi (Palermo) il 5 gennaio 1948 da famiglia mafiosa, dopo esser stato cacciato di casa dal padre, ancora ragazzo, Peppino Impastato avvia un’attività politico-culturale antimafiosa. Nel 1976 fonda ‘Radio Aut’ con la quale denuncia gli affari e i […]

Quotidiani poco raccomandabili #arenagiletti

  E niente, su segnalazione di una mia cara amica sono andato a rivedermi uno svarione lessicale di Massimo Giletti durante la puntata di Domenica in… L’arena di domenica 20 Ottobre. E così ne ho fatto un video (c’ho messo 3 minuti quindi evitare commenti del tipo “non c’hai nulla da fa“). Mi diverto con poco, […]

Trent’anni

« Io mi diverto ad avere trent’anni, io me li bevo come un liquore i trent’anni: non li  appassisco in una precoce vecchiaia ciclostilata su carta carbone. Ascoltami, Cernam, White, Bean, Armstrong, Gordon, Chaffee: sono stupendi i trent’anni, ed anche i trentuno, i trentadue, i trentatré, i trentaquattro, i trentacinque! Sono stupendi perché sono liberi, ribelli, […]

Caro #Napolitano i disoccupati sono umiliati ogni giorno, altro che #amnistia

Leggo sul Corriere.it: “Napolitano mette all’ordine del giorno il problema del sovraffollamento delle carceri : (…) nel messaggio alle Camere sull’emergenza carceri consegnato ai presidenti di Camera e Senato, tra le altre cose, ha detto: «L’Italia viene a porsi in una condizione umiliante sul piano internazionale per violazione dei principi sul trattamento umano dei detenuti» (…) sono «necessari […]

Un giorno…forse

“Un giorno ne varrà la pena, forse. Di tutte quelle volte in cui tutto è sempre andato storto, di quelle volte che accadeva l’opposto di ciò che t’aspettavi. Tutte quelle delusioni, quelle mancate attenzioni, quelle porte in faccia, quei pianti durati ore. Ne varrà la pena. È sempre così. Non arriva nulla quando aspetti con […]

#Cucchi, morto di ingiustizia

[youtube http://www.youtube.com/watch?v=a9cqZqs-7t8?rel=0] Il potere dichiara che il giovane arrestato di nome Gesù figlio di Giuseppe è morto perché aveva le mani bucate e i piedi pure, considerato che faceva il falegname e maneggiando chiodi si procurava spesso degli incidenti sul lavoro. Perché parlava in pubblico e per vizio si dissetava con l´aceto, perché perdeva al gioco […]